Da molti anni la tutela ambientale e la riduzione del footprint delle attività industriali sono da sempre al centro delle politiche del Gruppo, a partire dalla produzione di energia con fonti rinnovabili, per arrivare alla sistematica riduzione dei rifiuti attraverso il riciclo di ogni materiale utilizzato nei propri stabilimenti.

Nel 2007 SBE-VARVIT ha iniziato un piano pluriennale per ridurre le proprie emissioni di CO2 ed ha installato presso le proprie unità produttive un numero sempre crescente di pannelli fotovoltaici fino ad arrivare nel 2015 ad una potenza installata di 4MW cosi’ suddivisa: 2.5MW a Monfalcone, 500kW a Reggio Emilia, 300kW a Torino, 300kW a Milano, 300kW a Tolmezzo.

Grazie a questi impianti fotovoltaici SBE-VARVIT produce attraverso fonti rinnovabili oltre il 20% dei propri fabbisogni di energia elettrica.

 
 

Gli stabilimenti di Monfalcone e Milano sono anche dotati di sistemi di cogenerazione a metano, che consentono un ulteriore risparmio in termini di emissioni, grazie al recupero calore e ad un conseguente incremento dell’efficienza energetica complessiva.

Dal 2007 ad oggi 2018, grazie a questi investimenti, il Gruppo Vescovini è stato in grado di diminuire il rapporto CO2/tonnellata di prodotto di oltre il 50%.

Per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale delle attività industriali, il Gruppo ha intrapreso nel 2010 un piano di riduzione dei rifiuti, attraverso una serie di importanti investimenti che hanno consentito dopo 7 anni di diminuire le quantità di scarto smaltite di oltre il 70%, nonostante la dimensione dello stabilimento sia raddoppiata nello stesso periodo di tempo.

In questo modo SBE-VARVIT ha raggiunto non solo un importante obiettivo ambientale, ma nel contempo ha aumentato significativamente la propria efficienza e la propria competitività.

Per noi il rispetto per l’ambiente e l’efficienza economica non sono mai stati in antitesi, ma assolutamente complementari.

 
Homepage » Politica Ambientale